La Federazione Italiana Cuochi

Statuto dal 1978, e dal 31 Ottobre 2001 ha ottenuto il Riconoscimento Giuridico.

La Federazione Italiana Cuochi, con i suoi 19.000 iscritti, è l’unica organizzazione italiana che associa su tutto il territorio: Cuochi Professionisti, Chef Patron, Docenti delle Scuole Alberghiere e Allievi.

In Italia è organizzata con 120 Associazioni Provinciali, 20 Unioni Regionali e, all’estero, con 20 Delegazioni.

La Storia della Federazione Italiana Cuochi è recente ma alcune Associazioni Cuochi aderenti hanno superato i 250 anni dalla fondazione,quando, inizialmente, erano delle Confraternite o società di Mutuo Soccorso per i Cucinieri oppure della Corporazioni, per arrivare ai giorni nostri in Associazioni che di fatto hanno portato alla costituzione della FIC.

La FIC è l’unica Associazione di Cuochi in Italia riconosciuta e fa parte di diritto della WACS, World Association of Cooks Societies, alla quale aderiscono ben 70 nazioni dei cinque continenti. Il riconoscimento della WACS consente alla Federazione Italiana Cuochi la partecipazione di diritto ai Campionati del Mondo di Lussemburgo, alle Olimpiadi Culinarie e alle Competizioni Mondiali che si svolgono in tutte le Nazioni aderenti.

La FIC è presente a tutti i principali Saloni Culinary del mondo con il Team Nazionale (NIC), il Team Under 21, oltre la partecipazione dei Team Regionali e circa 200 singoli. Attualmente la partecipazione dei Team Italiani a queste importanti manifestazioni copre il 35% di tutti i concorrenti.

In Italia vengono organizzate delle straordinarie, importanti Manifestazioni Gastronomiche: Internazionali d’Italia – Trofeo Montecatini – Cucina D’Autore ad Arco di Trento – Concorso Internazionale delle Sculture Vegetali a Treviso – il Congresso Nazionale dei Cuochi con circa 1200 partecipanti, e le nostre Associazioni e Unioni aderenti organizzano una media di 550 eventi o manifestazioni ogni anno.

I principali organismi direttivi nazionali della Federazione sono l’Assemblea Generale dei Delegati, il Consiglio Nazionale (in ragione di un consigliere ogni 300 soci/regione), la Giunta Esecutiva (20), il Presidente e il Segretario Generale.

Lo stesso schema direttivo, proporzionato, è riprodotto nelle regioni e nelle province. Le cariche si rinnovano ogni quattro anni. Gli scopi statutari della Federazione sottolineano la promozione e la continua qualificazione e aggiornamento dei propri Associati e, nel contempo, dell’immagine del Cuoco nella società; gli strumenti con i quali opera sono tutti quelli che permettono la diffusione delle conoscenze tecniche; inoltre la FIC promuove lo spirito di emulazione, organizzando e facendo partecipare i propri iscritti a concorsi di cucina in Italia e all’estero.

Ogni Cuoco professionista iscritto, dopo venticinque anni d’onorata attività lavorativa, può ambire su segnalazione dei direttivi provinciali, al “Collegium Cocorum”, riconoscimento massimo della categoria.

Il Collegium Cocorum è la prestigiosa Onorificenza che viene rilasciata dalla Federazione Italiana Cuochi ai Cuochi Professionisti segnalati dalle Associazioni, che dimostrano d’avere lavorato oltre cinque lustri (25 anni) ai più alti livelli, dando esempio di grande professionalità valorizzando, onorando e diffondendo la Millenaria Cucina Italiana.

Dal 1999, la FIC ha fondato l’ “ORDINE dei MAESTRI DI CUCINA ED EXECUTIVE CHEFS”, allo scopo di identificare figure apicali nella categoria dei cuochi; un ulteriore segmentazione che riconosce la professionalità espressa ai massimi livelli. L’Ordine Professionale dei Maestri di Cucina è anche membro del circuito internazionale dei Master Chef ed invita i propri iscritti a partecipare ai Corsi d’aggiornamento, al fine di mantenere alto il grande prestigio della Cucina Italiana ed Internazionale.

Ad ogni rinnovo della tessera, ciascun associato riceve l’abbonamento alla rivista “IL CUOCO” e una videocassetta che tratta volta per volta un aspetto tecnico di attualità ed aggiornamento. Un patrimonio di cultura professionale in video che troverà ben presto ragione d’essere anche in Cd-Rom interattivo ed in Internet, dove la Federazione ha già un proprio interessante sito (www.fic.it) con circa 7.500 ingressi al giorno.

La FIC edita una propria rivista, “Il Cuoco”, tiratura 22.000 copie, che è lo strumento principe di collegamento con tutti gli Associati e anche con molti cuochi, italiani e stranieri, non iscritti all’Associazione ma che riconoscono l’alto valore professionale della Rivista. Il Congresso Nazionale della FIC è l’incontro dell’intera Categoria, che affronta e discute le problematiche della stessa, evidenziando particolare attenzione alle linee di tendenza e difesa della Cucina Italiana.

I Cuochi hanno il loro Santo Patrono – San Francesco Caracciolo. Nel marzo del 1996 San Francesco Caracciolo è stato elevato dal Santo Padre alla dignità spirituale di “Patrono dei Cuochi”, un prestigioso traguardo raggiunto con l’approvazione ufficiale di oltre 30 Vescovi ed Arcivescovi nell’ambito delle loro Diocesi.